Cai Latina
 

Indice
IMPRESSIONI DI...... VIAGGIO

Sabato 14 e Domenica 15 Aprile 2012

CAMMINO DI FRANCESCO
Visita alla Cascate delle Marmore - (14 Aprile)

Il 14 aprile il Cai di Latina ha organizzato una visita alle Cascate delle Marmore e Greccio. La nostra guida è della sezione del Cai di Rieti, L. Battisti - Accampagnatore Nazionale d'Escursionismo del CAI - ed è uno degli ideatori del Cammino di San Francesco che, a poca distanza da qui, attraversa la valle di Rieti toccando alcuni santuari Francescani , tappe fondamentali del cammino spirituale di San Francesco.

Le cascate
Varcata la soglia dell'ingresso alla Cascata delle Marmore, colpisce la vista il primo grandioso salto d'acqua, con cui il fiume Velino precipita nel fiume Nera sottostante. L'aria comincia ad essere più umida, piena delle particelle d'acqua che si sprigionano dalla caduta delle acque. Più intenso si fa anche il rumore dell'acqua e, man mano che ci si avvicina, una ricca vegetazione di colore verde intenso fa da cornice alle cascate che si dispongono in tre salti per un'altezza di 165 metri.

Uno dei sentieri, il più lungo, sale percorrendo in salita tutto il dislivello ed offre scenari affascinanti e ricchi di stimoli visivi e uditivi. Tra le rocce proliferano le felci, i muschi e le piccole piante epatiche, il tipo di vegetazione che è presente nelle zone umide. Cavità di varie dimensioni si aprono nella roccia lungo il percorso, la più grande delle quali è un lungo tunnel che si affaccia sulla cascata proprio sotto il primo "salto", è il cosiddetto "Tunnel degli innamorati", e l'ombrello non impedisce di bagnarsi a qualcuno di noi che si avventura all'uscita del tunnel, affacciandosi all'omonimo Balcone degli Innamorati .

Le cascate furono create nel 271 a.C. , quando il console romano Curio Dentato fece realizzare un canale per portare le acque del fiume Velino fino al sottostante fiume Nera. Il punto di caduta è proprio sulla rupe della località Marmore.

Nella zona ci sono circa 300 grotte, e curiose concrezioni calcaree di varia forma si incontrano lungo il percorso. Su in alto alla fine del sentiero c'è un bel loggiato chiamato "La Specola" e fatto costruire dal Papa Pio VI.

Il tempo, nonostante le previsioni negative, ha retto abbastanza bene e le mantelle indossate sono appena bagnate più che altro dal vapore acqueo sprigionato dalle Cascate.

 

Maria Di Tano


  Vai a inizio pagina