Cai Latina
 

Indice
IMPRESSIONI DI...... VIAGGIO

mercoledì 25 luglio 2012

Bernina Express- Tirano-Mortserach CAI

Il giorno 25.7 il Trekking estivo del CAI di Latina suller Alpi Svizzere prevede di prendere il famoso treno rosso Bernina Express che attraversa il passo del Bernina e ci porta alla stazione di Morteratsch, da dove si farà un'escursione.

La prima emozione il Bernina express la dà alla partenza da Tirano la bella località montana, proprio vicino al confine con la Svizzera.

Il treno ha in coda due carrozze scoperte da dove la visione dei paesaggi e delle località attraversate è più diretta.

Il Bernina express parte dal centro della città …ma non ci si aspetta che i binari e quindi il treno passino così vicino alle case, le lambiamo a pochissimi metri di distanza, con le persone che sostano ad un caffè per niente disturbate dal passaggio del rosso treno.

Piano piano il treno si alza percorrendo ponti e ardite curve in salita.

Le località si susseguono,tra le più belle il Lago Bianco sotto ai ghiacciai.

Dopo il lago il percorso si alza ancora e si passa in un bosco di conifere. Qui i profumi degli alberi e del bosco sono inebrianti.

E'un'emozione bellissima passare dentro ai boschi, così vicini agli alberi attraverso i quali il duro lavoro di operai ha aperto un varco agli inizi del ‘900.

Il Bernina express infatti unisce vari paesi tra l'Italia e la Svizzera passando vicino ai ghiacciai del Gruppo di montagne del Bernina.

Il treno è accompagnato da un quasi costante stridio dato dalle ruote e dai freni sui binari, il rumore è forte e, quando si passa nei frequenti tunnel, il buio lo rende ancora più suggestivo.

Le emozioni più grandi, però, arrivano quando si arriva in vista dei ghiacciai del Bernina, le alte cime coperte dai ghiacci perenni svettano al di sopra di noi, la temperatura è ormai rigida e ci si copre con ogni indumento a disposizione.

Passiamo la stazione di Ospizio Bernina, la più alta d'Europa a 2200 m., poco dopo la stazione di

Mortserach.

Questa stazione ,durante la costruzione, sfiorava il ghiacciaio, che da allora si è ritirato per ben 1500 m.,l'informazione incute una certa preoccupazione che ci accompagna nella salita del sentiero Chunetta il punto panoramico a 2038 m. sotto ai ghiacciai.

L'escursione poi prosegue per un bellissimo sentiero, a mezza costa , –via Montebello- che ci riporta a Pontresina.

Maria Di Tano

 


  Vai a inizio pagina