Cai Latina
 

Indice
IMPRESSIONI DI...... VIAGGIO

martedì 24 luglio 2012

Da Alp Languard 2230 m al Muottass Muragi 2453 m

Il secondo giorno del trekking nelle Alpi Svizzere facciamo un sentiero che unisce il Rifugio Alp Languard a quello di Muottas Muragl.

Siamo nell'Alta Engadina tra i paesi di Pontresina e Saint Moritz , Muottas Muragl, monte con rifugio e stazione funicolare a 2450 m, rappresenta uno dei punti di partenza e arrivo di sentieri , tra i più noti della regione.

La stazione funicolare in funzione dal 1907 sul Muottas Muragl permette a persone di tute le età e condizioni di godere la bellezza mozzafiato dei paesaggi della valle del Bernina e del lago e paese di Saint Moritz.

Un opuscolo descrittivo definisce il sentiero che va dai rifugi Muottas Muragl e Alp Laguard “il più bel percorso per lo “struscio” in alta montagna.

Ed in effetti crediamo di non aver mai incontrato così tante persone, compresi bambini e anziani su un percorso di alta di montagna.

Le persone salgono a Muottas Muragl e poi scendono,con una leggera discesa, alla funivia di Alp Languard , da dove ritornano a valle.

Il sentiero, percorrendolo invece da Alp Laguard, gira attorno al monte Schafberg con una salita di 210 m.

Nella prima parte è un sentiero coperto perché costeggia una fitta vegetazione composta da pini silvestri, larici e cembri, diventa poi spettacolare per la visione diretta della Val Roseg e dei ghiacciaio del Mortserach, per poi salire nella parte finale, attraversando la valle Muragl, e arrivando al rifugio Muragl.

La funivia ci porta da Pontresina ad Alp Languard , da qui il sentiero ci riserva belle sorprese per gli amanti dei fiori di montagna. Si susseguono infatti fiori di tanti colori e tra i più belli e famosi la “nigritella” , l'”arnica” e il “nontiscordardime”.

La nigritella è un fiore raro perché raccolto,a lungo, per il suo valore simbolico (perfetto amore).E' di colore rosso porpora, della famiglia delle orchidee e quindi protetto come tutte le orchidee.

L'arnica ,famiglia asteracee, è molto nota per i suoi usi terapeutici esterni contro contusioni e storte, risalta per il suo colore giallo-arancione e i fiori con i petali leggermente scesi.

Il piccolo delicato nontiscordardime –myosotis-, intenerisce con il suo azzurro delicato e le dimensioni ridotte. Si incontra anche la “genzianella” –genziana verna- e il suo blù scuro la fa risaltare, anche se rara tra gli altri fiori.

Arriviamo infine al Muottas-Muragl, decine i saluti scambiati con altri escursionisti e bellissime le emozioni vissute.

Delle poltroncine in vimini coperte, permettono a tutti di godere il paesaggio al riparo dal vento,mentre bere un caffè..ci costa un po' caro in questi rifugi!!

Maria Di Tano

 


  Vai a inizio pagina